IL PRIMO VIDEOCLIP A COLORI

Questo è il padre di tutti i videoclip. È il primo filmato a colori realizzato per promuovere una canzone: la prima pellicola confezionata per il battesimo del Cinebox, l’apparecchio costruito dalla Ottico Meccanica Italiana di Roma. Il brano si intitola Altagracia, l’esecutore è Don Marino Barreto Junior (Matanzas 1925/Milano 1971), un cantante cubano molto popolare in Italia fin dalla seconda metà degli anni Cinquanta.

Altagracia Cinebox Don Marino Barreto Jr

Altagracia è il nome della figlia di Barreto, che compare nel filmato mentre gioca con le marionette raffiguranti Bibì e Bibò, Capitan Cocoricò, la Tordella, ovvero i personaggi dei fumetti del Corriere dei Piccoli, il settimanale più amato da tre generazioni di bambini italiani.

Una striscia del Corriere dei Piccoli

La canzone era contenuta in un disco 45 giri EP pubblicato nel 1958 dalla Philips e avrebbe dato il titolo al primo LP italiano di Don Marino Barreto Junior uscito in due diverse stampe: la prima del 1959, la seconda del 1960 con l’aggiunta di alcuni brani del Festival di Sanremo di quell’anno reinterpretati dallo stesso Barreto.

Don Marino Barreto Junior EP, 1958

Don Marino Barreto Junior "Pasito de merengue", "Altagracia", "Octaviano", "Mi tajo" ( EP, 1958).

Don Marino Barreto Junior "Altagracia" (LP, 1959)

Don Marino Barreto Junior "Altagracia" (LP, 1959).

Il filmato di Altagracia fu girato e montato nel novembre del 1958 negli studi dell’Istituto Luce di Roma sotto la direzione di Domenico Paolella (Foggia, 1915/Roma, 2002), un regista che già aveva firmato film musicali di successo come “Canzoni di mezzo secolo” (1952), “Canzoni, canzoni, canzoni” (1953), “Gran Varietà” (1954), “Canzoni di tutt’Italia” (1955), “Sanremo canta” (1956), “Non sono più guaglione” (1958). La pellicola fu stampata nel dicembre del 1958 nei laboratori romani de LaMicrostampa di Franco Iasiello.

Cinebox, la prima notizia (da Sorrisi e Canzoni, febbraio 1959)

Cinebox, la prima notizia

clicca per ingrandire l'immagine

Articolo sul Cinebox (da La settimana Incom Illustrata, 18 aprile 1959)

Articolo sul Cinebox da La settimana Incom Illustrata

clicca per ingrandire l'immagine

Nilla Pizzi madrina alla presentazione ufficiale del Cinebox, aprile 1959, Circolo della Stampa Romana

Sabato 11 aprile 1959, Circolo della Stampa Romana. La “regina della canzone” Nilla Pizzi fa da madrina alla presentazione ufficiale del Cinebox. Accanto a lei i fratelli Raffaello e Paolo Emilio Nistri, dirigenti della Ottico Meccanica Italiana. A destra (con gli occhiali) Pietro Granelli, l’inventore del Cinebox. Granelli era nato a Roma il 29 giugno del 1918. Al suo attivo tutta una serie di geniali brevetti: dal Fotoromanzo Disegnato, una sorta di racconto di attualità a fumetti che fece capolino in alcune pubblicazioni specializzate alla fine degli anni Sessanta, al Redi-Box che il 3 aprile del 1960 “Sorrisi e Canzoni” descriveva così: “Si tratta di un juke-box il quale, oltre che far ascoltare le incisioni di maggior successo, è dotato di un dispositivo automatico per la vendita dei dischi. Introducendo in un’apposita fessura una determinata somma, il Redi-Box fa uscire il disco già chiuso in una speciale custodia”. Pietro Granelli perse la vita nel 1975 in un incidente automobilistico nei pressi di Piacenza.

In: CINEBOX & SCOPITONE |